Marrone della Valle di Susa

Sigla: Marrone della Valle di Susa

Categoria: Frutta

Da duemila anni in Valle di Susa si coltivano castagneti da frutto. Nel Medioevo il castagno ebbe un ruolo fondamentale nell'economia locale: i frutti per il consumo alimentare, il legno come materiale da costruzione o come combustibile, i fiori per la produzione di miele, le foglie per il letto del bestiame, il tannino per la concia delle pelli e come tintura. Oggi la castanicoltura ha ricevuto nella valle nuovo impulso e la varietà locale di castagna, una delle più pregiate presenti sul mercato, adatta al consumo fresco e alla produzione di Marron glacés, è stata riconosciuta come "Marrone della Valle di Susa", di cui si distinguono tre ecotipi: il Marrone di San Giorio, il Marrone di Bruzolo, il Marrone di Meana. Nel mese di ottobre si celebra il frutto a Villar Focchiardo con la Sagra Valsusina del Marrone e a San Giorio di Susa con la Festa del Marrone.

Comuni correlati: Nessun elemento di contenuto.